Contenuto principale

Tributi Comunali

Imposta Unica Comunale (IUC)

La Legge 27 dicembre 2013 n. 147 (Legge di Stabilità 2014) a far data dal 1° gennaio 2014 ha istituito la nuova Imposta Unica Comunale (IUC) la quale si compone:

  1. dell’imposta municipale unica IMU, di natura patrimoniale, dovuta dal possessore di immobili, comprese le abitazioni principali di cui alle categorie A/1, A/8, A/9;
  2. di una componente TASI, destinata a finanziare i servizi indivisibili assicurati dal Comune (manutenzione strade, illuminazione pubblica, sicurezza, ecc.), a carico sia del possessore che dell’utilizzatore dell’immobile;
  3. di una componente riferita ai rifiuti solidi urbani TARI.

Il Comune di Este ha istituito la IUC e approvato i regolamenti IMU, TASI e TARI con la deliberazione del Consiglio Comunale n. 23 del 28 luglio 2014­. La gestione dell’IMU e della TASI viene svolta dal Comune. La gestione della TARI è affidata e riscossa dal Consorzio Bacino Padova Sud in qualità di soggetto affidatario del servizio di gestione dei rifiuti urbani.

In allegato la pratica  GUIDA IUC 2015, le aliquote IMU 2012-2013, aliquote IMU 2014 e confermate per il 2015, i  valori minimi delle aree fabbricabili e le aliquote TASI 2014aliquote TASI 2015 messe a disposizione dei contribuenti dall'Ufficio Tributi del Comune.

Aliquote IMU anno 2017 e Valori per le Aree Fabbricabili ( variante al Piano degli Interventi )

Aliquote IMU: Per l'anno 2017 le aliquote IMU sono rimaste invariate rispetto al 2016

Valori Aree fabbricabili : sono i valori di riferimento delle aree fabbricabili finalizzati al controllo dell' IMU approvati con delibera di Consiglio Comunale n. 10 del 02/03/2016 (Prima Variante Parziale al Piano degli Interventi) che ha mantenuto sostanzialmente invariate le Zone Territoriali Omogenee previste nel previgente Piano degli Interventi,  e rinominate ed adeguate secondo gli indirizzi del PA.

Per l'anno 2017 i valori sono riportati nelle   tabelle dei valori venali di riferimento con le nuove definizioni.

Calcolo IMU e TASI ( fino al 2015 ) on line:

Per il calcolo di IMU e TASI è possibile avvalersi del servizio on-line

calcolo IMU TASI

 

Imposta Comunale sugli Immobili (ICI)

L'imposta comunale sugli immobili (ICI) è stata soppressa a decorrere dal 1.01.2012 e sostituita dall'imposta IMU. Sono disponibili le aliquote relative agli anni  20102011 e i valori minimi delle aree fabbricabili.

NOVITA’ 2017:

Per l’anno d’imposta 2017 sono state confermate le novità introdotte con la Legge di Stabilità 2016 sotto indicate e quindi la IUC è rimasta sostanzialmente invariata rispetto all'anno precedente.

IUC Novità dal 2016

Con la Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208 - G.U. n. 302 del 30/12/2015, S.O. n. 70) sono state apportate importanti variazioni alla IUC in particolare per TASI su abitazione principale ed IMU su terreni agricoli.
A seguire trovate i commi di interesse relativi a IMU e TASI di cui riportiamo le novità sostanziali:
- IMU su immobili concessi in comodato gratuito: viene introdotta una sola forma di comodato gratuito con riduzione del 50% della base imponibile.

Si tratta di una impostazione molto restrittiva in quanto limita le possibilità del comodato gratuito a pochi casi:

-si deve essere proprietari di un solo immobile oppure di 2 immobili ma in tal caso uno dei due deve essere necessariamente abitazione principale del proprietario. In più c'è la condizione che l'immobile (o i due immobili) sia presente nello stesso comune dove si ha la residenza e la dimora abituale. Sono esclusi i comodati per le abitazioni di lusso (Cat, A1, A8 e A9). Per ulteriori dettagli consultare l'articolo sul Comodato gratuito
- IMU Terreni agricoli: esenzione per i terreni nei comuni riportati nella circolare Giugno/1993 come montani o parzialmente montani (in caso di parziale delimitazione - PD - l'esenzione vale solo per i terreni nelle zone parzialmente delimitate).Sono inoltre completamente esentati i terreni di proprietà e condotti da CD e IAP con iscrizione previdenza agricola e i terreni agricoli nelle isole minori. La detrazione di Euro 200,00 introdotta per il 2015 viene eliminata e viene eliminata l'esenzione per i terreni agricoli concessi in fitto o comodato da CD o IAP ad altri CD o IAP.
-TASI Abitazione principale: viene eliminata la TASI sull'abitazione principale per i proprietari e la quota TASI a carico degli occupanti/inquilini quando per l'inquilino l'immobile in locazione è abitazione principale. Rimane invece in vigore la TASI per le abitazioni principali di lusso (Cat, A1, A8 e A9).
Esenzione IMU estesa agli immobili di cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica
-TASI Immobili Merce: viene imposta per legge la TASI sugli immobili merce (purchè non venduti o locati) con aliquota all'1 permille con facoltà per il Comune di portarla al 2,5 permille.
-TASI altre abitazioni in caso di locazione (la norma è chiara e quindi la riportiamo così comè): «Nel caso in cui l’unità immobiliare è detenuta da un soggetto che la destina ad abitazione principale, escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, il possessore versa la TASI nella percentuale stabilita dal comune nel regolamento relativo all’anno 2015. Nel caso di mancato invio della delibera entro il termine del 10 settembre 2014 di cui al comma 688 ovvero nel caso di mancata determinazione della predetta percentuale stabilita dal comune nel regolamento relativo al 2015, la percentuale di versamento a carico del possessore è pari al 90 per cento dell’ammontare complessivo del tributo».

Abrogata l'IMUS (IMU secondaria): ancor prima di entrare in vigore viene abrogata l'IMUS o IMU secondaria, tributo previsto dalla riforma del federalismo fiscale (Art. 11 del D. Lgs. n. 23 del 2011). Il D. Lgs. n. 23 del 2011 prevedeva infatti l'istituzione dell'Imposta Municipale Secondaria, in sostituzione della tassa per l'occupazione di spazi e aree pubbliche, il canone di occupazione di spazi e aree pubbliche, l'imposta comunale sulla pubblicità e i diritti sulle pubbliche affissioni, insieme al canone per l'autorizzazione all'installazione dei mezzi pubblicitari.
Nessun aumento di tributi regionali e locali: per l'anno 2016 è sospesa l'efficacia delle leggi regionali e delle deliberazioni degli enti locali per quanto attiene alla possibilità di aumentare la misura di tributi e addizionali rispetto ai valori applicati nel 2015. La sospensione non si applica alla tassa sui rifiuti (TARI) e agli enti locali che deliberano il predissesto o il dissesto finanziario.
IMU e TASI Immobili locati a canone concordato: per gli immobili locati a canone concordato di cui alla legge 9 dicembre 1998, n. 431, l’imposta, determinata applicando l’aliquota stabilita dal comune, è ridotta al 75 per cento.
IMU Imbullonati: Esclusione dei macchinari cosidetti "imbullonati" dalla determinazione diretta delle rendite catastali del Gruppo D ed E: "Sono esclusi dalla stima diretta delle rendite catastali i macchinari, congegni, attrezzature ed altri impianti, funzionali allo specifico processo produttivo."


 

COSAP Permanente e Temporanea

Sono qui disponibili le informazioni per l'imposta COSAP Permanente (relativa a pubblicità e pubbliche affissioni) e per l'imposta COSAP Temporanea (occupazione del suolo pubblico inferiore ad un anno) relativa a traslochi, lavori manutenzione edili urgenti, piccole riparazioni, autoscuole, ecc...

L'Amministrazione Comunale in occasione degli eventi atmosferici del 13.10.2014 ha deliberato un pacchetto di    specifiche esenzioni al pagamento della COSAP per coloro che hanno subito danni dal fortunale.

 

Canone concessorio patrimoniale non ricognitorio

Le occupazioni permanenti del demanio e del patrimonio stradale del Comune di Este sono soggette a  canone non ricognitorio.


 

Imposta sulla pubblicità e diritti sulle pubbliche affissioni

I diritti per il servizio di pubblicità e pubbliche affissioni sono gestiti dalla società MAZAL GLOBAL SOLUTIONS SRL di Milano. Per l'anno in corso la scadenza di tali pagamenti è fissata al 31.01.2017.

Le richieste per installazione, variazione e cessazione degli impianti pubblicitari sono da inoltrare al Comune di Este - Ufficio Tributi che provvede al successivo inoltro alla ditta concessionaria (vedi la modulistica).

Per effettuare delle pubbliche affissioni in Este è necessario rivolgersi direttamente all’ufficio della MAZAL di San MIchehe al Tagliamento, telefonando al n. 0431 520111 o tramite fax al n. 0431 521584 o via email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Nel telefax o nella email dovranno essere indicati le generalità, la residenza, un recapito telefonico o di posta elettronica. L’attestazione di versamento deve poi essere inviata tramite telefax o posta elettronica. Il concessionario (MAZAL SRL), comunicherà al contribuente un “numero di codice” da apporre sui manifesti.
Per l'affissione dei manifesti, locandine, ecc. in Este, il materiale dev'essere consegnato, comprensivo dell'attestazione del versamento della tassa di affissione, presso la Tabaccheria Centrale in Piazza Maggiore n°1 ( tel 0429 56656 )

 

Regolamenti e Documentazione

 

Uffici di riferimento