Contenuto principale

URBANISTICA - PIANO DEGLI INTERVENTI

È stato prorogato il termine per la presentazione delle proposte, le quali dovranno essere presentate all'Amministrazione Comunale entro il 31 Maggio 2018, per la presentazione di proposte di modifica e contributi da inviare tramite i moduli predisposti dal Comune e scaricabili qui.
Nella seduta consiliare di giovedì 25 gennaio il Sindaco ha presentato il documento programmatico preliminare (DPP) alla variante n.2 del Piano degli Interventi.

11 Veduta 2

Si trattava del primo passaggio tecnico in previsione della fase informativa e pubblica della programmazione urbanistica comunale.

Il cosiddetto “Piano del Sindaco” intende affrontare principalmente la tematica della rigenerazione del tessuto urbano della città ed in particolare della riqualificazione e riconversione di aree degradate o dismesse, come una serie di non luoghi” e di “ex”: l'ex ospedale, l'ex cementificio Zillo, l'ex caserma dei Carabinieri,l'ex Centrale Enel, l'ex casa di riposo, le ex officine Negrello, ecc. Il piano vuole anche poter rispondere alle richieste di interesse particolare o collettivo che la cittadinanza vorrà segnalare.

L'Amministrazione comunale si prefigge quindi di favorire la rigenerazione del tessuto urbano senza prevedere nuove espansioni ma valorizzando il patrimonio già esistente, puntando a rigenerare le aree degradate o dismesse, trasformando i “non-luoghi” in risorse, le frazioni in valore aggiunto.

Terminata la fase informativa e pubblica, il Comune effettuerà la verifica delle istanze-proposte, successivamente dovrà ottenere il parere del Genio Civile e della commissione consiliare competente, per predisporre, infine, gli elaborati tecnici definitivi per l'Adozione della variante da parte del Consiglio Comunale.

Il Piano degli Interventi adottato dal Consiglio Comunale verrà quindi inviato agli enti per i relativi pareri (Regione, Parco Colli, ecc.) e pubblicato, depositato in visione alla cittadinanza per trenta giorni; nei successivi 30 giorni potranno essere inviate ulteriori osservazioni. Successivamente il Consiglio Comunale sarà chiamato ad esprimersi sulle osservazioni presentate ed approverà il Piano.

Qui maggiori approfondimenti.