Contenuto principale

Referendum Costituzionale del 29 marzo 2020

referendum scheda

REFERENDUM COSTITUZIONALE DEL 29 MARZO 2020

Quando, dove e come si vota

Per che motivo si vota?

Il 29 marzo 2020 i cittadini italiani vengono chiamati a votare per il referendum costituzionale, di cui riportiamo testualmente il quesito:

Approvate il testo della legge costituzionale concernente "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana - serie generale - n. 240 del 12 ottobre 2019?

Chi può votare?

Sono ammessi al voto tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali che abbiano già compiuto il diciottesimo anno d'età nel giorno della consultazione (29 marzo 2020); sono esclusi dalla votazione i cittadini comunitari anche se iscritti nelle liste elettorali aggiunte per le elezioni comunali ed europee.

Voto elettori residenti all’estero

Gli elettori italiani residenti all'estero possono votare per corrispondenza o presentare opzione di voto in Italia entro l'8 febbraio 2020 (decimo giorno successivo alla pubblicazione del decreto di indizione), con comunicazione scritta all’Ambasciata o Consolato competente per territorio (art. 4 L. 459/2001) -

Clicca qui per il modulo da compilare in formato PDF.

Clicca qui per il modulo da compilare in formato DOC.

Gli elettori italiani residenti in Italia ma temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche per un periodo di almeno 3 mesi ed i loro famigliari conviventi, possono votare per corrispondenza facendone domanda in carta libera con allegato copia del documento di riconoscimento, al Comune di iscrizione elettorale entro il 26 febbraio 2020 (trentaduesimo giorno antecedente la data di voto) - art. 4 bis L. 459/2001.

Clicca qui per il modulo da compilare in formato PDF.

Clicca qui per gli approfondimenti.

Quando si vota?

Domenica 29 marzo 2020; i seggi rimangono aperti dalle ore 7:00 alle 23:00.

Dove si vota?

Gli elettori possono votare nel Comune di residenza presso la sezione elettorale e numero di seggio riportati sulla propria tessera elettorale.
Per approfondimenti consultare la pagina contenente l’elenco delle sedi dei seggi.

Come vi vota?

Si invita la cittadinanza a verificare fin da ora che la propria tessera contenga ancora spazi disponibili per la timbratura; nel caso siano esauriti è possibile richiedere il rilascio di una nuova tessera.
Informazioni sulla tessera elettorale

Per quanto riguarda coloro che non sono in grado di esprimere il voto autonomamente e devono usufruire del voto assistito, non appena disponibili verranno pubblicati in questa sezione i riferimenti relativi alle strutture sanitarie che rilasciano la certificazione necessaria.

AGEVOLAZIONI DI VIAGGIO per voto

In vista dello svolgimento delle consultazioni elettorali le amministrazioni delle società ferroviarie, autostradali, flotte e compagnie di navigazione aerea e marittima normalmente provvedono ad applicare agevolazioni tariffarie, anche in base alle convenzioni in essere con il Ministero dell'interno.

Per informazioni invitiamo a consultare i relativi siti web.
Ulteriori informazioni saranno disponibili sul sito del Ministero dell'Interno

VOTO DOMICILIARE
Gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l'ausilio del trasporto pubblico per disabili organizzato dal comune e gli elettori affetti da gravi infermità, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto presso l’abitazione di residenza o presso l’abitazione in cui dimorano per motivi di assistenza. In questo ultimo caso, l'abitazione deve essere nel comune di residenza, per le votazioni comunali, nella provincia comprendente il comune di residenza, per le votazioni comunali, nella regione comprendente il comune di residenza, per le regionali.
Per poter votare a domicilio l'elettore deve rivolgere istanza al Sindaco, in un periodo compreso fra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la votazione (per il referendum costituzionale del 29 marzo 2020 il termine è compreso fra il 18 febbraio e il 9 marzo 2020), depositando – tramite persona allo scopo delegata - presso l'Ufficio Polisportello:
• l'istanza di voto domiciliare;
• una certificazione rilasciata dal medico competente dell’Asl (ovvero il medico del Distretto Socio-Sanitario dove l’elettore è domiciliato) che attesti le gravissime infermità, rilasciato ai sensi dell'art. 1 del D.L. 1/2006;
• fotocopia del documento di identità e della tessera dell'elettore, nonché copia del documento della persona delegata.
L’ufficio elettorale consegnerà, poi, tutta la documentazione al Presidente di seggio della sezione in cui si trova l’abitazione dell’elettore, affinché lo stesso possa recarvisi per raccogliere il voto.


Clicca qui per il modulo in formato PDF
Clicca qui per il modulo in formato ODT

Normativa di riferimento
DPR del 28 gennaio 2020 "Modifiche agli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero dei parlamentari", pubblicato nella Gazzetta ufficiale - serie generale n. 23 del 29 gennaio 2020.
l. 46/2009

Riferimenti e contatti
Ufficio elettorale: Este- Piazza Maggiore 6 , piano terra c/o palazzo municipale – Polisportello.
Tel. 0429 617570-550.
Orari ufficio elettorale: da lunedì a venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13; il mercoledì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00.
Orari ufficio Polisportello: da lunedì a venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13; il mercoledì pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 18.00, sabato: dalle 08.30 alle 11.30.
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Responsabile del procedimento: dr.ssa Elisa Brandalese
Sostituto del responsabile del procedimento: dr.ssa Enrica Tramarin

 

 

 

 

 

 

VOTO DEGLI ELETTORI RESIDENTI ALL'ESTERO:

Gli elettori italiani residenti all’estero votano per corrispondenza nella circoscrizione Estero.
Essi possono, comunque, esercitare il diritto di voto in Italia previa opzione da esercitare per ogni votazione.

La dichiarazione di opzione deve pervenire al consolato italiano operante nella circoscrizione di residenza dell’elettore (mediante consegna a mano o per invio postale o telematico, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento d’identità valido dell’elettore) entro il decimo giorno successivo alla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto di indizione del referendum e cioè entro il prossimo 8 febbraio 2020.

Clicca qui per il modulo da compilare in formato PDF.

Clicca qui per il modulo da compilare in formato DOC.