Contenuto principale

Spettacoli pirotecnici, fuochi d'artificio

fuochi artificio

L'attività prevede il trasporto, posizionamento ed accensione di fuochi artificiali nel corso di manifestaizoni pubbliche o private.

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Per lo svolgimento dell'attività è necessaria la  licenza rilasciata dal Prefetto per detenere e vendere materiale esplodente (art. 47 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773) e il certificato di idoneità rilasciato dal Prefetto del luogo su parere conforme della Commissione Tecnica Provinciale (art. 48 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773).

Lo sparo di fuochi artificiali è inoltre sottoposto all'art. Art. 57 del R.D. 18 giugno 1931, n. 773 che prescrive che "Senza licenza della autorità locale di pubblica sicurezza non possono spararsi armi da fuoco né lanciarsi razzi, accendersi fuochi di artificio, in nalzarsi aerostati con fiamme, o in genere farsi esplosioni o accensioni pericolose in un luogo abitato o nelle sue adiacenze o lungo una via pubblica o in direzione di essa.
E’ vietato sparare mortaretti e simili apparecchi."
Risulta pertanto necessario munirsi dell'autorizzazione dell'Autorità di P.S. del luogo di accensione dei fuochi (in genere il Sindaco del Comune); il modello di domanda e l'elenco dei relativi allegati è scaricabile dal link più sotto riportato.

MODULISTICA:

PROCURA per la presentazione delle pratiche

Spettacoli pirotecnici, fuochi d'artificio

UFFICIO DI COMPETENZA E MODALITA' DI PRESENTAZIONE:

SUAP - Sportello Unico dell'Estense

VERSAMENTO DIRITTI D'ISTRUTTORIA (alla presentazione della pratica):

Diritti d'istruttoria SUAP