Contenuto principale

Installazione videogiochi o apparecchi per il gioco lecito

videopoker

Si considerano, tra gli altri, giochi leciti: 

  • le bocce, i giochi da tavolo, le carte, il biliardo ed altri apparecchi meccanici (ad esempio calcio-balilla, biliardino, dardi, kiddie rides, juke-box); 
  • gli apparecchi da intrattenimento con vincita in denaro, collegati obbligatoriamente alla rete telematica dell'AAMS per la gestione del gioco lecito, nei quali l'elemento aleatorio convive con l'abilità del giocatore (art. 110, comma 6 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza"); 
  • gli apparecchi da intrattenimento elettromeccanici attraverso i quali il giocatore esprime la propria abilità, che distribuiscono, immediatamente dopo la conclusione della partita, premi consistenti in prodotti di piccola oggettistica (gadgets, orologi), come le gru o le pesche - verticali od orizzontali - di abilità (art. 110, comma 7, lett. a) del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza"); 
  • gli apparecchi da intrattenimento che non distribuiscono premi, basati sulla sola abilità del giocatore - ad es. i videogiochi in cui lo scopo è ottenere la semplice ripetizione della partita (art. 110, comma 7, lett. c) del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza").
Elenco degli esercizi dove è possibile installare apparecchi

L’installazione degli apparecchi da divertimento senza vincita in denaro di cui all'art. 110, commi 6 e 7 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza" è consentita alle attività di spettacolo viaggiante autorizzate ai sensi dell'art. 69 del medesimo decreto e in tutti gli esercizi assoggettati ad autorizzazione ai sensi degli artt. 86 o 88 del medesimo decreto quali:

  • barcaffè ed esercizi assimilabili, che hanno come attività prevalente la vendita al minuto e la somministrazione di cibi e bevande;
  • ristorantifast-foodosterietrattorie ed esercizi assimilabili, che hanno come attività prevalente la somministrazione di pasti;
  • stabilimenti balneari, che hanno come attività prevalente la messa a disposizione di servizi per la balneazione;
  • sale pubbliche da gioco, chiamate convenzionalmente "sale giochi", ovvero locali allestiti specificamente per lo svolgimento del gioco lecito e dotati di apparecchi da divertimento ed intrattenimento automatici, semiautomatici o elettronici, oltre ad eventuali altri apparecchi meccanici quali, ad esempio, biliardi, biliardini, flipper o juke-box;
  • esercizi che raccolgono scommesse su incarico di concessionari di giochi, titolari di autorizzazione ai sensi dell'art. 88 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza";
  • alberghi, locande ed esercizi assimilabili, che hanno come attività prevalente l'offerta di ospitalità;
  • circoli privatiorganizzazioniassociazioni ed enti collettivi assimilabili, di cui al Decreto del Presidente della Repubblica 04/04/2001, n. 235, che svolgono attività sociali e ricreative riservate ai soli soci, purché in possesso della licenza per la somministrazione di cibi e bevande;
  • agenzie di raccolta delle scommesse ippiche e sportive ed altri esercizi titolari di autorizzazione ai sensi dell'art. 88 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza";
  • attività di spettacolo viaggiante autorizzate ai sensi dell'art. 69 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza";
  • esercizi commerciali o pubblici diversi dai precedenti ovvero altre aree aperte al pubblico o in circoli privati per i quali sia stata rilasciata la specifica licenza di cui al terzo comma dell’art. 86 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza".
 
Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Non è richiesta segnalazione per coloro che intendano installare apparecchi per il gioco lecito e siano già in possesso della licenza del Questore ai sensi dell'art. 86 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza" (ad esempio esercizi pubblici, bar, ristoranti, alberghi, pensioni, ecc.).

Ai sensi dell'art 86, comma 3  del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza", invece, in caso di installazione di apparecchi per il gioco lecito in esercizi commerciali o pubblici diversi da quelli già in possesso di altre licenze (commi 1 e 2 del medesimo articolo) o di cui all’art. 86 di suddetto decreto, prima di presentare la segnalazione è necessario richiedere apposita licenza.

Lo presentazione della documentazione è subordinata al possesso dei requisiti soggettivi previsti dalla normativa antimafia e al possesso dei requisiti soggettivi morali.

Modalita di esercizio: 
Numero massimo apparecchi installabili:

Ai sensi dell'art 2 del Decreto Direttoriale 27/10/2003, il numero massimo degli apparecchi installabili di cui all'art. 110, commi 6 e 7, lettera b) del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza" è così indicato:

  • bar ed esercizi assimilabili: è installabile un apparecchio o congegno ogni 15 m2 di superficie destinata alla somministrazione. Il numero di tali apparecchi o congegni non può essere superiore a 2 fino a 50 m2 di superficie, elevabile di una unità per ogni ulteriori 50 m2, fino ad un numero massimo pari a 4.
  • ristoranti ed esercizi assimilabili: è installabile un apparecchio o congegno ogni 30 m2 di superficie destinata alla somministrazione. Il numero di tali apparecchi o congegni non può essere superiore a 2 fino a 100  m2 di superficie, elevabile di una unità per ogni ulteriori 100 m2, fino ad un numero massimo pari a 4. 
  • stabilimenti balneari: è installabile un apparecchio o congegno ogni 1.000 m2 di superficie di concessione demaniale. Il numero di tali apparecchi o congegni non può essere superiore a 2 fino a 2.500 m2 di superficie, elevabile di una unità per ogni ulteriori 2.500 m2, fino ad un numero massimo pari a 4.
  • alberghi ed esercizi assimilabili: è installabile un apparecchio o congegno ogni 20 camere. Il numero di tali apparecchi o congegni non può essere superiore a 4 fino a 100 camere, elevabile di una unità ogni ulteriori 100 camere, fino ad un numero massimo pari a 6. 
  • sale pubbliche da gioco: è installabile un apparecchio ogni 10 m2 di superficie del locale. 
  • agenzie di raccolta delle scommesse ed in ciascun altro esercizio titolare di autorizzazione ai sensi dell'art. 88 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza": è installabile un apparecchio o congegno ogni 15 m2 di superficie del locale. Il numero di tali apparecchi o congegni non può essere superiore a 6 fino a 100 m2 di superficie, elevabile di una unità per ogni ulteriori 100 m2, fino ad un numero massimo pari a 8.
  • esercizi che raccolgono scommesse su incarico di concessionari di giochi, titolari di autorizzazione ai sensi dell'art. 88 del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza": è installabile un apparecchio o congegno ogni 15 m2 di superficie del locale. Il numero di tali apparecchi o congegni non può essere superiore a 2 fino a 50 m2 di superficie, elevabile di una unità per ogni ulteriori 50 m2, fino ad un numero massimo pari a 4.
  • circoli privati, organizzazioni, associazioni ed enti collettivi assimilabili: si osservano le disposizioni dei precedenti punti 1 e 2, con esclusivo riferimento all'area destinata alla somministrazione.

Gli apparecchi o congegni di cui all'art. 110, commi 6 e 7, lettera b) del Regio Decreto 18/06/1931, n. 773 "Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza", non possono, in alcun caso, essere installati negli esercizi pubblici, qualora gli stessi si trovino all'interno di ospedali, luoghi di cura, scuole od istituti scolastici ovvero all'interno delle pertinenze di luoghi di culto.

In nessun caso è consentita l'installazione degli apparecchi da gioco all'esterno dei locali od aree destinati alle attività degli esercizi sopra elencati.

È obbligatorio esporre in modo ben visibile nell’esercizio, la tabella dei giochi proibiti ottenuta contestualmente alla presentazione della documentazione.

MODULISTICA:

PROCURA per la presentazione delle pratiche

Elenco dei moduli compilabili e da scaricare

UFFICIO DI COMPETENZA E MODALITA' DI PRESENTAZIONE:

SUAP - Sportello Unico dell'Estense

VERSAMENTO DIRITTI D'ISTRUTTORIA (alla presentazione della pratica):

Diritti d'istruttoria SUAP