Contenuto principale

Commercio in sede fissa, spacci interni

spaccio3

Gli spacci interni rappresentano una forma speciale di vendita al dettaglio e rappresentano la vendita di prodotti effettuata da enti o imprese, pubbliche o private, esclusivamente a favore di:

  • dipendenti;
  • militari;
  • soci di cooperative di consumo;
  • aderenti a circoli privati;
  • scuole e ospedali esclusivamente a favore di coloro che hanno titolo ad accedervi.

Affinché si possa parlare di spaccio interno è necessario che la vendita sia effettuata in locali non aperti al pubblico che non abbiano accesso dalla pubblica via.

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Lo svolgimento dell'attività è subordinato al possesso dei requisiti soggettivi previsti dalla normativa antimafia.

Per esercitare l'attività di vendita di prodotti inerenti il settore merceologico non alimentare è necessario essere in possesso dei soli requisiti soggettivi morali. Per esercitare l'attività di vendita di prodotti inerenti il settore merceologico alimentare, è necessario essere in possesso anche dei requisiti soggettivi professionali che ricalcano quelli previsti per la vendita di alimenti in esercizio di vicinato e/o medie e grandi strutture.

L'edificio e i locali in cui si svolge l'attività deve avere una destinazione d’uso compatibile con l’attività stessa.

L'attività deve essere svolta nel rispetto delle norme applicabili all'attività oggetto della segnalazione e delle relative prescrizioni (ad esempio in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria).

MODULISTICA:

PROCURA per la presentazione delle pratiche

Elenco dei moduli compilabili e da scaricare

UFFICIO DI COMPETENZA E MODALITA' DI PRESENTAZIONE:

SUAP - Sportello Unico dell'Estense

VERSAMENTO DIRITTI D'ISTRUTTORIA (alla presentazione della pratica):

Diritti d'istruttoria SUAP