Contenuto principale

Acconciatori, barbieri ed estetisti

Acconciatori

L'attività di acconciatore o barbiere  comprende tutti i trattamenti e i servizi volti a modificare, migliorare, mantenere e proteggere l’aspetto estetico dei capelli, ivi compresi i trattamenti tricologici complementari che non implichino prestazioni di carattere medico, curativo o sanitario, nonché il taglio e il trattamento estetico della barba e ogni altro servizio inerente o complementare. Nell'attività sono, inoltre, comprese le prestazioni semplici di manicure estetica, limitatamente al taglio, limatura e laccatura delle unghie.

L'attività professionale di acconciatore può essere svolta unitamente a quella di estetista ed esercitata nella medesima sede purché esista netta e visibile separazione delle aree di esercizio delle varie attività ovvero mediante la costituzione di una società. È in ogni caso necessario il possesso dei requisiti soggettivi professionali richiesti per lo svolgimento delle distinte attività. 

Non è prevista alcuna distinzione fra le attività di barbiere o parrucchiere per uomo e parrucchiere per donna.

Requisiti per l'esercizio dell'attività: 

Lo svolgimento dell'attività è subordinato al possesso dei requisiti soggettivi previsti dalla normativa antimafia e dei requisiti soggettivi morali professionali ai sensi degli artt. 3, 6 e 7 delle Legge 17/08/2005, n. 174 e della Legge Regionale  23/10/2009, n. 28.

Tipo

deve possedere i requisiti professionali

Ditta individuale

titolare nel caso di impresa artigiana oppure dal titolare o dal direttore tecnico nel caso in cui non si tratti di una impresa artigiana

Società artigiana

da almeno un socio partecipante all’attività se la società è composta da due soci, dalla maggioranza dei soci negli altri casi

Società non artigiana

dal direttore tecnico

L'edificio e i locali in cui si svolge l'attività devono avere una destinazione d’uso compatibile con l’attività stessa.

L'attività deve essere svolta nel rispetto delle norme applicabili all'attività oggetto della segnalazione e delle relative prescrizioni (ad esempio in materia di urbanistica, igiene pubblica, igiene edilizia, tutela ambientale, tutela della salute nei luoghi di lavoro, sicurezza alimentare, regolamenti locali di polizia urbana annonaria).

Modalita di esercizio: 

Deve sempre essere garantita la presenza nell’esercizio della persona in possesso dei requisiti soggettivi professionali, in caso di sua assenza, anche se temporanea, dovrà essere presente un’altra persona in possesso di tali requisiti.
Nel caso di impresa artigiana esercitata in forma di società, anche cooperativa, i soci ed i dipendenti che esercitano professionalmente l'attività devono essere in possesso della qualificazione professionale. Nelle imprese non artigiane i soci ed i dipendenti che esercitano professionalmente l'attività devono essere comunque in possesso della qualificazione professionale.

Non sono previsti contingenti numerici e distanze minime fra esercizi.
È vietato lo svolgimento dell'attività in forma ambulante, ivi compreso l'esercizio al domicilio del cliente.
Non è obbligatorio il turno di chiusura.

MODULISTICA:

PROCURA per la presentazione delle pratiche

Elenco dei moduli compilabili e da scaricare

UFFICIO DI COMPETENZA E MODALITA' DI PRESENTAZIONE:

SUAP - Sportello Unico dell'Estense

VERSAMENTO DIRITTI D'ISTRUTTORIA (alla presentazione della pratica):

Diritti d'istruttoria SUAP