Contenuto principale

K2

 

Visita il portale turistico della Città:

Venerdì, 13 Luglio 2018 13:22

Più sicuri con la App 1SAFE

app 1safe

 

Positivo il primo periodo di test della App “1Safe”, l'applicazione gratuita per la sicurezza partecipata. Le segnalazioni sono la testimonianza della serietà con la quale i cittadini intendono partecipare alla sicurezza della città.
Giuseppe Raffo: «1SAFE è il canale sicuro e ufficiale per segnalare tempestivamente situazioni anomale».
Gabriele Mighela: «Dopo la fase di test che ci ha permesso di valutarne la funzionalità, ora ci attiveremo per promuoverla in modo che sia sempre più utilizzata dai cittadini».


Dallo scorso mese di marzo, primo comune in Veneto e tra in primi in Italia, Este ha adottato la applicazione “1SAFE”, che i cittadini possono scaricare gratuitamente sul proprio smartphone, per segnalare, in modo anonimo ma sicuro, situazioni di pericolo come incidenti, aggressioni, incendi, furti, persone sospette. Sempre ricordando che in caso di emergenza va data la precedenza ai numeri nazionali dei Carabinieri, della Polizia, dei Vigili del Fuoco.
Gli utenti collegati ricevono una notifica se si trovano nelle vicinanze dell'evento segnalato; tutti possono vedere le segnalazioni ma solo chi è registrato può effettuarne, contribuendo all'attendibilità delle segnalazioni altrui, confermandole o smentendole. La Polizia Locale contatta i “segnalatori” per verifiche e ulteriori informazioni. Ciò per ottenere soltanto informazioni “qualificate” ed effettivamente utili alla Polizia Locale e alle Forze dell'Ordine.
A ogni segnalazione confermata dai fatti o dalla centrale operativa, l’utente guadagna affidabilità e in futuro i suoi suggerimenti di intervento avranno un “peso” maggiore. Di contro, l’affidabilità di un utente diminuisce se le sue segnalazioni non trovano riscontro o vengono smentite da altri utenti.

A quattro mesi dal lancio di “1SAFE” gli utenti registrati sono 216 e le segnalazioni sono state sino ad ora 21, 6 delle quali, a fronte della verifica da parte della Polizia Locale, si sono rivelate non fondate. Si trattava di utenti che testavano l'utilizzo dello strumento. Tutte le segnalazioni sono state verificate dalla Polizia Locale che ha conseguentemente stabilito se e come intervenire. Il “caso” maggiormente segnalato è quello della “persona molesta-sospetta”. Nella maggior parte dei casi si tratta di auto sospette che vengono viste aggirarsi nei pressi di abitazioni o nei dintorni di quartieri.
«Il tema della sicurezza è sempre stato una nostra priorità e queste nuove tecnologie consentono all’amministrazione comunale e alla polizia locale di essere sempre più vicini alla cittadinanza - evidenzia Giuseppe Raffo, consigliere comunale con delega alla Sicurezza -. Con la app “1SAFE” si crea un canale ufficiale sicuro di mutuo aiuto, che permette ai cittadini di segnalare tempestivamente situazioni anomale e al Comune di intervenire in pochi minuti. I cittadini sono coinvolti come attori e osservatori delle dinamiche territoriali, senza tuttavia essere esposti a inutili rischi ed impropri compiti di polizia».
«Nel primo periodo di test – aggiunge il comandante della Polizia Locale, Gabriele Mighela - “1SAFE” si è confermata come importante strumento di monitoraggio e di sicurezza partecipata. Se opportunamente implementata e fatta conoscere, come ci impegneremo a fare, sono certo che si rivelerà un valido aiuto nel controllo costante del territorio».

 

locandina 1 safe

Lunedì, 09 Luglio 2018 07:51

Domande e risposte sul percorso di fusione

4comuni

PERCORSO DI FUSIONE TRA BAONE, CINTO EUGANEO, ESTE E LOZZO ATESTINO

Le amministrazioni di Baone, Cinto Euganeo, Este e Lozzo Atestino, reputandola una opportunità per le loro Comunità, hanno avviato nel mese di giugno 2018 un percorso per verificare la convenienza e l’opportunità di una eventuale fusione tra i quattro Comuni, sfruttando la possibilità fornita dalla normativa e avvalendosi di un contributo della Regione del Veneto.
La fusione potrebbe formare un unico Comune di circa 25.000 abitanti con una estensione di circa 100 Kmq.
Al fine di disporre di un quadro oggettivo di dati e informazioni utili, le quattro amministrazioni hanno commissionato ad un soggetto esterno la redazione di uno studio di fattibilità, convinte che questa sia la strada da percorrere e da proporre ai cittadini delle comunità coinvolte.
E’ però essenziale che tale percorso sia conosciuto e partecipato dalle Comunità, in modo che lo studio stesso possa essere arricchito con i contributi di tutti e che ogni dubbio o perplessità possano essere soddisfatti.
La legge prevede momenti formali di coinvolgimento (se lo studio sarà approvato dai Consigli Comunali e il Consiglio Regionale approverà l’istanza, è infatti previsto un referendum consultivo rispetto alla fusione e al nome del nuovo comune) ma le amministrazioni intendono attivare fin da subito momenti di ascolto (a breve saranno incontrate le associazioni, le parrocchie e i rappresentanti delle associazioni di categoria rappresentative dei quattro territori) e di confronto. Non appena sarà disponibile, lo stesso studio di fattibilità sarà presentato nel corso di assemblee pubbliche, in autunno.
Nel frattempo, chiunque avesse dubbi o quesiti può scrivere ai seguenti indirizzi di posta elettronica:
- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
- Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. .
Le domande e le risposte saranno pubblicate, in forma anonima, nella sezione del sito “domande e risposte sul percorso di fusione”.

Il Sindaco
del Comune di Baone
Luciano Zampieri

Il Sindaco
del Comune di Cinto Euganeo
Trevisan Lucio

Il Sindaco
del Comune di Este
Roberta Gallana

Il Sindaco
del Comune di
Lozzo Atestino
Fabio Ruffin

Lunedì, 18 Giugno 2018 10:07

"Incontri d'estate - Este 2018"

Incontri estate 2018

Da giovedì 21 giugno 2018

“Il libro a sogni aperti”, nel solstizio d'estate, apre il ricco cartellone atestino che si concluderà, a inizio ottobre, con la “Festa Europea”.


Il Sindaco Roberta Gallana: “La rassegna estiva si presenta quest’anno ancor più ricca di occasioni di aggregazione e socializzazione per le persone e le famiglie che restano in Città, ma rappresenta anche una ulteriore occasione per attrarre turisti e ospiti. Este propone eventi culturali ricreativi e di valorizzazione del patrimonio storico-artistico. Un programma ricco di eventi, alcuni consolidati nella tradizione della nostra Città, altri riproposti dopo il grande successo dello scorso anno, a cui si aggiungono nuove iniziative.
L’estate a Este propone appuntamenti per tutti i gusti: dal teatro al cinema, dalla lirica alla danza, dai concerti di musica rock/pop a quelli sinfonici. Non mancano le iniziative sportive, quelle commerciali e le feste popolari e folkloristiche. Ringrazio i gruppi e le associazioni del territorio che collaborano con l’amministrazione comunale per la realizzazione degli eventi, e aspetto tutti Voi per trascorrere assieme una grande stagione all’insegna della cultura e del divertimento! Buona estate, Este!
”.

 Vedi qui il calendario completo!

Coordinamento: Settore Cultura e manifestazioni, P.I., Sport
t. 0429 617 573-4-6 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biblioteca Civica “Contessa Ada Dolfin Boldù”
t. 0429 619 044 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni Ufficio IAT - Via G. Negri 9\a - t. 0429 600 462 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Libro immaginato 2018 BANNER

Dal 21 giugno all'8 luglio 2018, nel programma "Incontri d'estate - Este 2018"

Direzione artistica Giancarlo Marinelli - Multivisione a cura di Francesco Lopergolo - Organizzazione Antonio Zaglia

Giovedì 21 giugno, ore 21.45 - Piazza Maggiore: "Il Libro a Sogni Aperti", inaugurazione della rassegna

Venerdì 22 giugno, ore 21.30 - Piazza Santa Tecla-Sagrato del Duomo: "I Figli di Dio" con Glenn Cooper

Venerdì 29 giugno, ore 21.30 - Este Nuova-Area La Barchessa: "Il Trapezista" con Marco Gulinelli

Sabato 7 luglio, ore 21.30 - Giardino della Scuola dell'Infanzia I. Alessi-Via G. Negri: "Hachiko. Il cane che aspettava" con Lluis Prats Martinez

Domenica 8 luglio, ore 21.30 - Pescheria Vecchia-Via M. D'Azeglio: "Brividi immorali" con Laura Morante

Ingresso libero

Vedi qui il programma completo

In caso di maltempo gli eventi del 22 e 29 giugno, 7 e 8 luglio si svolgeranno al Cinema Teatro Farinelli

Coordinamento: Settore Cultura e manifestazioni, P.I., Sport
t. 0429 617 573-4-6 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Biblioteca Civica “Contessa Ada Dolfin Boldù”
t. 0429 619 044 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Informazioni Ufficio IAT - Via G. Negri 9\a - t. 0429 600 462 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Il Libro Immaginato Depliant PDF

 
manatdesk 960x400

 

IL BROKER RISPONDE

Servizio on line in tema di assicurazioni

Il broker dell'Ente, Società MAG JLT, si rende disponibile a rispondere a quesiti su argomenti di natura assicurativa posti dai cittadini residenti ad Este.

Poni le tue domande al seguente link:

http://www.comune.este.pd.it/index.php/il-broker-risponde-servizio-online

Cattura

www.magjlt.com

 CLICCA QUI per scaricare il folder.

K2

Visita il portale turistico della Città:

 
Venerdì, 13 Aprile 2018 13:36

"Este in Musica " Cartellone musicale 2018

Este in musica pieghevole

Dal 13 aprile 2018, in siti storico-culturali della città, in collaborazione con:

- Associazione Devota & Affettuosa

- M° Luca Paccagnella

- Amici della Musica di Padova

Questo nuovo cartellone, denominato “Este in Musica”, nasce dalla volontà di dare un giusto riconoscimento alle numerose iniziative promosse nel nostro territorio dalle associazioni culturali.
Dodici appuntamenti, per la prima volta riuniti in un unico calendario, che ci accompagneranno da aprile a dicembre alla scoperta di grandi compositori, quali Bach, Vivaldi, Schubert e Brahms, passando attraverso il folklore Latino-Ispanico, fino alle musiche da camera.
I luoghi sono quelli della nostra amata Città, dal Municipio al Museo Nazionale Atestino, ai chiostri di San Francesco e delle Consolazioni: contenitori architettonici straordinari e prestigiosi nei quali mettere in scena questi incontri musicali.
Un viaggio che ci auguriamo possa coinvolgere e appassionare sempre più i cittadini, tanto da diventare una rassegna annuale attesa. ‘Este in Musica’ ha proprio questa ambizione: diventare nel tempo una rassegna consolidata, apprezzata e di richiamo!
Buona musica a tutti!

Il sindaco Roberta Gallana

Este in musica pieghevole2

Este in musica pieghevole3

Clicca qui per scaricare l'intero pieghevole

Informazioni  Ufficio IAT- via G. Negri, 9/a
da martedì a venerdì 9.30-12.30 – 16.00-19.00
sabato e domenica 9.30-15.30: t. 0429 600 462 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Coordinamento  Settore Cultura e manifestazioni: t. 0429 617 573-4-6 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il programma potrà essere soggetto a variazioni

Giovedì, 29 Marzo 2018 16:20

IL TUO 5 VALE MILLE per le nostre FAMIGLIE

Aiutare il Comune a sostenere le famiglie in difficoltà è possibile: basta mettere una firma nella casella “Sostegno alle attività sociali svolte dal Comune di residenza” nella sezione “scelta per la destinazione del cinque per mille dell'IRPEF”.

L’Amministrazione comunale è sempre più impegnata nel sostenere interventi di carattere economico e assistenziale, a favore dei nuclei famigliari maggiormente in difficoltà, come spese per affitti, mutui e utenze domestiche, spese mediche e condominiali, pasti a domicilio e contributi per servizi per disabilità e non autosufficienza, o ancora integrazione delle rette per anziani e minori in strutture protette.

Tutti questi interventi potranno essere migliorati e incrementati anche grazie ai cittadini che sceglieranno di destinare il 5 X 1000 alla nostra Città. Si tratta di una scelta di solidarietà che non costa nulla. È un aiuto concreto che favorisce il benessere e la crescita dell’intera nostra collettività.

 

1000000000000400000002C48C9565C329CB1565

 

Il 5 per 1000 sostituisce l'8 per 1000?

NO

E' una tassa aggiuntiva?

NO. Nella dichiarazione dei redditi viene solo indicato il destinatario. Invece di andare allo Stato, sarà assegnato alla Tua Città.

Il Comune può liberamente destinare i fondi del 5 x 1000?

NO. La legge vincola l'uso di queste risorse alle politiche Sociali (famiglie, anziani, disabili, disagi e povertà)

Come faccio a devolvere il 5 per mille?

Nella dichiarazione dei redditi, basta mettere una firma nella casella "Sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza", nella sezione "scelta per la destinazione del cinque per mille dell'IRPEF”.

Perché affidare il 5 per 1000 al Comune?

Perché la Tua Città sei tu, e perchè serve a sostenere la spesa sociale, ossia tutti quegli interventi fatti dalla Tua Amministrazione per alleviare tutte le situazioni di disagio che probabilmente hai sotto gli occhi anche tu.

Cosa succede se non firmo il 5 per 1000?

Non risparmi nulla e non aiuti nessuno. Se non firmi, quei fondi rimarranno allo Stato, se invece firmi saranno a disposizione della Tua comunità per aiutare le fasce più bisognose della popolazione.

11 Veduta 2

È stato prorogato il termine per la presentazione delle proposte, le quali dovranno essere presentate all'Amministrazione Comunale entro il 31 Maggio 2018 con il modulo predisposto.

Nella seduta consiliare di giovedì 25 gennaio il Sindaco ha presentato il documento programmatico preliminare (DPP) alla variante n.2 del Piano degli Interventi.

Si tratta del primo passaggio tecnico per avviare la fase informativa e pubblica della programmazione urbanistica comunale. La variante intende affrontare principalmente la tematica della rigenerazione del tessuto urbano della nostra città e in particolare della riqualificazione e riconversione di aree degradate o dismesse, oltre a poter rispondere alle richieste di interesse particolare o collettivo che la cittadinanza vorrà segnalare.

Per una sintesi delle linee di indirizzo sono disponibili le slide presentate in Consiglio Comunale oppure, per approfondire l'argomento, è disponibile il documento completo con i suoi allegati grafici.

A breve verrà pubblicata la modulistica per la presentazione di proposte di modifica o manifestazioni di interesse.

Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3
Allegato A Modulo Proposte di Modifica
Avviso Pubblico
Avviso Pubblico - Proroga