Contenuto principale

POLIZIA LOCALE: I DATI DEL 2018

Gallana: «E' cresciuta la vigilanza ma c'è troppa inciviltà, i dati lo confermano. Nel 2018 sono stati emessi 5777 verbali per violazione del codice della strada e sono state elevate 264 sanzioni per violazioni alle norme dei regolamenti comunali, più del doppio degli anni scorsi. Gli agenti hanno effettuato 500 interventi per sopralluoghi e verifiche di segnalazioni sul territorio, ai quali si aggiungono 39 interventi per sinistri stradali (di cui 29 con feriti). Sono stati 1103 gli accertamenti anagrafici presso abitazioni e 168 verifiche di ospitalità».

Nel dettaglio dei numeri del 2018, è significativo il dato relativo ai sequestri di autovetture non assicurate e alle sanzioni per mezzi non revisionati: 103 i primi e ben 173 le seconde, il che significa aver tolto dalla strada numerosi veicoli che rappresentavano un pericolo per la mancanza di copertura assicurativa o per la non idoneità dei mezzi.
Proseguendo con i dati, il report della Polizia Locale evidenzia che sono state circa 3900 le sanzioni per divieti di sosta o infrazioni relative alla circolazione nei centri urbani e 1717 circa sono le multe elevate tramite l'autovelox posizionato lungo la SR10 var, 26 le patenti ritirate.
Per quanto concerne le verifiche del rispetto dei Regolamenti Comunali, sono state comminate in totale 264 sanzioni di cui: 70 sono relative alla gestione di sale giochi e slot machine, 36 per rumori di pubblici esercizi, 19 per vegetazione incolta, 26 verbali per violazioni al verde pubblico e 22 per non corretta gestione di animali e, infine, 10 sanzioni sono state comminate per indebito beneficio economico. L'attività di vigilanza ha prodotto inoltre 34 notizie di reato, riferite per lo più ad abusi edilizi e ambientali, per una cinquantina di indagati, e 21 sono state le attività delegate da Autorità Giudiziaria.
«Va evidenziato – rimarca il Comandante Gabriele Mighela - che molti sequestri di automezzi non assicurati derivano proprio dai lettori targhe che ci consentono un puntuale monitoraggio dei veicoli in circolazione. Il nuovo Regolamento di Polizia Urbana rappresenta uno strumento in più a disposizione della Polizia Municipale e di tutte le Forze dell'Ordine con cui collaboriamo per un'azione incisiva finalizzata a contenere e disincentivare comportamenti illeciti. Ricordo infine – aggiunge Mighela – che si sta completando l'addestramento dell'Unità Cinofila per la ricerca di sostanze stupefacenti. Oltre che sul territorio, inizieremo i controlli presso le scuole, in accordo con i dirigenti scolastici».
Negli ultimi due anni, l'Amministrazione Comunale ha investito in modo significativo per migliorare la sicurezza del territorio: dall'installazione del nuovo sistema di videosorveglianza (collegato alla nuova sala operativa del Comando e alla Stazione dei Carabinieri) all'acquisto di foto-trappole mobili; dalle nuove divise operative alla dotazione di tablet per le pattuglie in esterna; dall'entrata in servizio dell'Unità Cinofila fino all'acquisto delle nuove pistole d'ordinanza e alla sperimentazione della applicazione per smartphone “1Safe”,
L'allargamento del Servizio Associato di Polizia Locale Euganea, composto da Este, Vo' e Lozzo Atestino, ai comuni dell'Unione dei Colli Euganei (Baone, Cinto e Arquà) ha contribuito ad aumentare l'organico, consentendo un maggiore presidio del territorio e l'ottimizzazione delle risorse umane e finanziarie. Il corpo di Polizia Locale del SAPLE è uno dei più attrezzati della bassa padovana sia in termini di uomini, ben 20, che in termini di dotazione di mezzi. Este inoltre può contare sulla costante e preziosa collaborazione dell'Associazione Nazionale Carabinieri in congedo.
«Sono queste prove tangibili e concrete di contrasto alla criminalità e ai comportamenti illeciti – commenta il Consigliere con delega alla Sicurezza, Giuseppe Raffo -. Grazie ai bandi della Regione Veneto abbiamo potuto rinnovare il sistema di videosorveglianza, che sarà ulteriormente implementato con 23 nuovi occhi elettronici, alcuni dotati di lettori targhe, da posizionare nelle frazioni, nei parcheggi, presso i Giardini del Castello, sulla Sr10 var e in altri punti sensibili e di accesso alla città».