Contenuto principale

Interventi per il contenimento dell’inquinamento atmosferico per il periodo Autunno 2019-Primavera 2020 – Attuale livello di allerta: VERDE

semaforo verde

Sarà in vigore fino al 31 marzo 2020 l’Ordinanza n. 168/2019 con la quale il Comune di Este adotta misure per contenere l’inquinamento atmosferico e ridurre le concentrazioni di PM10 nel territorio, come previsto dall’accordo interregionale del Bacino Padano e condivise con i Comuni capoluogo del Veneto.
In particolare i provvedimenti si riferiscono:
- alla circolazione dei veicoli;
- agli impianti di riscaldamento;
- alla combustione dei materiali vegetali e biomasse;
- allo spandimento di liquami zootecnici.
Ad oggi, gli sforamenti del valore limite di PM10 rilevati da ARPAV nella stazione di monitoraggio di Este sono stati in totale 38; pertanto, avendo superato la soglia annuale dei 35 sforamenti, l’Amministrazione comunale ha deciso di adottare le misure di contrasto all'inquinamento per contribuire a migliorare la qualità dell'aria del territorio in cui viviamo.
I provvedimenti sono strutturati su tre livelli - verde, arancio e rosso - che si applicano in base ai dati di concentrazione di PM10 rilevati dalle centraline ARPAV e trasmessi al Comune ogni lunedì e giovedì (giorni di controllo). Al raggiungimento del livello di allerta arancio o rosso, dal giorno successivo (il martedì o il venerdì) si attiveranno le misure temporanee che resteranno in vigore fino al giorno di controllo successivo.

Livello di allerta attuale: VERDE


LIVELLO VERDE (nessuna allerta)
E' vietata la circolazione di:
a) autoveicoli alimentati a benzina “No – Kat” (Euro 0) ed Euro 1;
b) autoveicoli (commerciali e non) alimentati a gasolio di categoria inferiore o uguale ad "Euro 2";
c) motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi immatricolati prima del 1/1/2000 o non omologati ai sensi della direttiva 97/24/EC;
con esclusione delle eccezioni riportate nell’ allegato A_Deroghe Comunali.
Le limitazioni vengono applicate dal 28 ottobre 2019 al 31 marzo 2020, da lunedì a venerdì dalle 8:30 alle 18:30 (con esclusione dei giorni festivi infrasettimanali e la sospensione delle limitazioni nel periodo natalizio dal 16 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020).
E’ vietata la sosta con motore acceso alle seguenti categorie dei veicoli:
• autobus del trasporto pubblico, nella fase di stazionamento ai capolinea;
• veicoli della categoria “N” (veicoli a motore progettati per il trasporto merci classificati ai sensi dell’art.47 del D.Lgs. n. 285/1992 e s.m.i.) durante le fasi di carico/scarico delle merci;
• autoveicoli in attesa ai passaggi a livello;
• autoveicoli in coda “lunga” ai semafori.

LIVELLO DI ALLERTA 1° - ARANCIO (dopo 4 gg. consecutivi di superamento del valore di 50 µg/m3 di PM10)
E' vietata la circolazione di:
a) autoveicoli alimentati a benzina “No-Kat”(Euro 0) ed Euro 1;
b) autoveicoli (commerciali e non) alimentati a gasolio di categoria inferiore o uguale ad "Euro 2";
c) motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi immatricolati prima del 01.01.2000 o non omologati ai sensi della direttiva 97/24/EC;
con esclusione delle eccezioni riportate nell’ allegato A_Deroghe Comunali. Sono fatte salve le disposizioni comunali vigenti relative alle zone a Traffico Limitato (ZTL).
Le limitazioni vengono applicate dal lunedì alla domenica dalle ore 8.30 alle ore 18.30 (con esclusione dei giorni festivi infrasettimanali e del periodo natalizio dal 16 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020).
E’ vietata inoltre la sosta con motore acceso per tutti i veicoli.

LIVELLO DI ALLERTA 2° - ROSSO (dopo 10 giorni consecutivi di superamento del valore di 50 µg/m3 di PM10)
E' vietata la circolazione di:
a) autoveicoli alimentati a benzina “No-Kat”(Euro 0) ed Euro 1;
b) autoveicoli (commerciali e non) alimentati a gasolio, di categoria inferiore o uguale ad "Euro 3";
c) motoveicoli e ciclomotori a 2 tempi immatricolati prima del 01.01.2000 o non omologati ai sensi della direttiva 97/24/EC;
con le eccezioni indicate all’ Allegato A_Deroghe Comunali.
Le limitazioni vengono applicate dal lunedì alla domenica dalle ore 8.30 alle ore 18.30 (con esclusione dei giorni festivi infrasettimanali e del periodo natalizio dal 16 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020).
Sono fatte salve le disposizioni comunali vigenti relative alle zone a Traffico Limitato (ZTL) ed è inoltre vietata la sosta con motore acceso per tutti i veicoli.

AREA INTERESSATA DALLE LIMITAZIONI
Le limitazioni riguardano tutto il territorio comunale, precisamente nelle vie come meglio elencate nell’ Allegato B_Elenco Vie ed è possibile accedere all’ Ordinanza n. 168/2019 e alla mappa del territorio comunale, Allegato B1_Plaimetria_Cartellonistica, consultabile anche in “Documenti allegati” di questa pagina.

CHI PUO’ CIRCOLARE SENZA LIMITAZIONI
Possono circolare i veicoli con motore elettrico o ibrido, veicoli alimentati a Gpl o gas metano e veicoli alimentati a benzina o a gasolio trasformati a Gpl o gas metano. Tutte le deroghe sono consultabili nell'ordinanza, disponibile nella sezione "Documenti allegati" di questa pagina.
Sono previste ulteriori eccezioni da documentare con "titolo autorizzatorio", ovvero una dichiarazione sottoscritta dal conducente che deve contenere gli estremi del veicolo, le indicazioni dell'orario, del luogo di partenza e di destinazione, oltre alla motivazione del transito. I moduli di titolo autorizzatorio è scaricabile dalla sezione "Documenti allegati" di questa pagina.

Documenti allegati:
1. Ordinanza n. 168/2019
2. Allegato A - Deroghe Comunali - Eccezioni alle misure limitative del traffico
3. Allegato B - Elenco vie con le limitazione alla circolazione sino al 31 marzo 2020
4. Allegato B1 - Planimetria_Cartellonistica
Autocertificazione (ai sensi dell'art.46 d.p.r. n.445 del 28 dicembre 2000):
5. Allegato C
6. Allegato C1
7. Allegato C2
8. Allegato C3
Normative CEE sulle emissioni inquinanti:
9. Allegato tabella diciture normative riportate sulla carta di circolazione

ULTERIORI DIVIETI (con semaforo verde – arancio - rosso)
Con la citata Ordinanza sono state istituite anche limitazioni d'esercizio degli impianti termici civili e delle combustioni all'aperto - anno termico 2019/2020, precisamente:

LIVELLO VERDE (nessuna allerta)
• di effettuare combustioni all'aperto;
• è ' prevista la limitazione della temperatura degli ambienti che non deve superare il limite di 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie delle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali;
• di installazione di generatori di calore alimentati a biomassa con una classe di prestazione emissiva inferiore a "3 stelle" e di continuare ad utilizzare generatori con una classe di prestazione emissiva inferiore a “2 stelle”. Per conoscere la classe di appartenenza del generatore a biomassa legnosa contattare il proprio installatore;

LIVELLO DI ALLERTA 1° - ARANCIO, oltre ai divieti di cui al precedente Livello Verde:
• divieto assoluto per qualsiasi tipologia di combustione come falò rituali, barbecue, fuochi d’artificio, residui vegetali bruciati in loco, salvo deroghe previste nell’ Ordinanza n. 168/2019;
• di spandimento dei liquami zootecnici;
• di installazione di generatori di calore alimentati a biomassa con una classe di prestazione emissiva inferiore alla classe "3 stelle" (secondo la classificazione ai sensi del Decreto Ministero Ambiente del 7/11/2017 n 186). Per conoscere la classe di appartenenza del generatore a biomassa legnosa contattare il proprio installatore.

LIVELLO DI ALLERTA 2° - ROSSO, oltre ai divieti di cui ai precedenti punti “Livello Verde e Arancio:
• divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazioni energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe “4 stelle” (secondo la classificazione ambientale introdotta dal Decreto Ministero Ambiente del 07/11/2017 n. 186);
• lavaggio strade (solo con temperature maggiori di 3° C).

E' possibile restare sempre aggiornati, sul livello di allerta del PM10 nei Comuni del Veneto, attraverso il sito dedicato presente nel servizio di ARPAV “Informazione al pubblico sui livelli di PM10”, per il contenimento inquinamento atmosferico.