Contenuto principale

PER UNA STRATEGIA INTEGRATA DI LOTTA ALLA ZANZARA TIGRE

no zanzare

Considerata l’importanza della tutela, della salute e dell’igiene pubblica per prevenire e controllare malattie infettive trasmissibili all’uomo attraverso la puntura di insetti vettori, in particolare della zanzara tigre (Aedes albopictus) e della zanzara Culex spp, vettori accertati di arbovirosi, è necessario attuare idonei interventi per prevenirne e limitarne la diffusione.
Considerato al riguardo che, fatti salvi gli interventi di competenza del Servizio Sanitario pubblico relativi alla sorveglianza ed al controllo dei casi accertati o sospetti di malattie trasmesse da insetti vettori e in particolare da zanzara tigre, l’intervento principale per la prevenzione di queste malattie è la massima riduzione possibile della popolazione delle zanzare, e che pertanto è necessario rafforzare la lotta alla zanzara tigre, agendo principalmente con la rimozione dei focolai larvali e con adeguati trattamenti larvicidi.
E' accertato che la zanzara tigre depone le uova (fino a 300 - 400 per insetto) in piccoli contenitori che periodicamente si riempiono di acqua (come, ad esempio, le caditoie a seguito di precipitazioni meteorologiche), e che nel giro di pochi giorni da queste si sviluppano le larve e successivamente gli insetti adulti.
La lotta integrata si basa prioritariamente sull’eliminazione dei focolai di sviluppo larvale, sulle azioni utili a prevenire la loro creazione, sull’applicazione di metodi larvicidi e l’intervento adulticida assume quindi la connotazione di intervento a corollario. Questo perché gli interventi adulticidi hanno un effetto immediato nel breve periodo sul controllo delle popolazioni di zanzara, mentre gli interventi antilarvali, l’eliminazione dei ristagni di acqua e la prevenzione della loro formazione, producono risultati duraturi nel medio e lungo periodo.
Sul territorio sono trattate mensilmente oltre 5.600 caditoie e i campionamenti, effettuati dalla Ditta Entostudio S.r.l. su incarico dell’ULSS6, ha evidenziato l'efficacia dei trattamenti eseguiti sino ad oggi, evidenziando che il valore di positività rilevato è al di sotto della soglia del 10% prevista dal “PIANO REGIONALE DI SORVEGLIANZA INTEGRATA E MISURE DI LOTTA AI VETTORI ANNO 2019”; così pure i campionamenti eseguiti nei fossati nelle aree comunali non hanno evidenziato criticità poiché gli stessi erano privi di presenze larvali o privi di acqua.
Pur dando atto che la situazione descritta dalla verifica effettuata risulta sotto controllo e i trattamenti larvicida sono da considerarsi efficaci, il comune intende effettuare un intervento adulticida ridotto su alcune aree con una elevata fruizione e a seguito di eventi e manifestazioni pubbliche che si svolgeranno all’aperto nei prossimi giorni.
Pertanto si informa che l’intervento adulticida ridotto è programmato nella notte tra giovedì 01 e venerdì 02 agosto dalle ore 23,30 alle ore 03,30.
Si informa che i prodotti utilizzati non sono nocivi per la salute delle persone e degli animali; in ogni caso si suggerisce di adottare le seguenti cautele: tenere porte e finestre chiuse - togliere dai giardini giochi per bambini, panni stesi, cibo per animali, ecc., dalle ore 23:30 di giovedì alle ore 03:30 di venerdì.
Occorre l'impegno e il supporto da parte di tutti gli Enti del territorio e dei cittadini che, attraverso alcune accortezze semplici e quotidiane, permette di sconfiggere la diffusione di questi insetti e quindi si ricorda in particolare alle imprese ed ai responsabili di aree particolarmente critiche ai fini della proliferazione del fenomeno, quali cantieri, aree dismesse, piazzali di deposito, parcheggi, vivai e altre attività produttive e commerciali che possano dar luogo anche a piccole raccolte di acqua e conseguenti focolai di sviluppo larvale e, per saperne di più sull’argomento, clicca qui.
Per ulteriori informazioni dell’ULSS6 Euganea, clicca qui.

Intervento Agosto     Zanzare Informativa