Contenuto principale

Migliorano le emissioni nella città di Este

inquinamento

Secondo le ultime rilevazioni ARPAV, la qualità dell'aria nella città di Este mostra una situazione in progressivo miglioramento nell'arco delle precedenti 24 ore con una significativa riduzione delle concentrazioni degli inquinanti tali da rispettare i valori limite e mantenere così il “Livello di Criticità 0 (periodo invernale)” secondo il provvedimento n. 35 del 21.12.2016 del Tavolo Tecnico Zonale Provinciale.
Nelle ultime due settimane del mese di dicembre 2016 sono stati cinque i giorni in cui a Este sono stati superati i limiti di legge di 50 μg/m3 come media giornaliera per quanto riguarda la concentrazione di polveri sottili.
La causa principale sono gli impianti di riscaldamento delle abitazioni e quelli a combustibile non gassoso (per esempio a gasolio, a legna, a pellets) che producono un’elevata quantità di polveri sottili, mentre il traffico è responsabile soprattutto di ossidi di azoto e monossido di carbonio. Inoltre, le condizioni meteo contribuiscono, con tempo stabile e assenza di precipitazioni, all'aumento delle concentrazioni inquinanti in atmosfera.

Restano valide le indicazioni circa i comportamenti da adottare per ridurre le emissioni e contribuire a migliorare la qualità dell'aria comunicate alla cittadinanza nella news del 28 dicembre.
Il Comune di Este continua a monitorare la situazione, d'intesa con la Provincia di Padova-Settore Ecologia e l'ARPAV, per valutare l'adozione di ulteriori azioni a tutela della salute pubblica.
In via cautelavita, è stata emessa ieri l'Ordinanza n. 166 ad integrazione di quanto deliberato in sede di Tavolo Tecnico Zonale per azioni incisive di contrasto alla concentrazione di PM10:

  • abbassamento della temperatura massima per il riscaldamento civile a 18° C per edifici adibiti ad attività industriale, artigianali e commerciali; a 19° C per tutti gli altri edifici ad esclusione di case di cura e/o riabilitazione, ospedali e case di riposo
  • il divieto di circolazione per i mezzi elencati al primo punto dell'Ordinanza n. 142 allegata, viene anticipato al 2 gennaio 2017
  • divieto di combustioni all'aperto di materiali vegetali.

Per i dettagli è possibile consultare l'ordinanza sindacale n.166 del 29.12.2016 con alcune restrizioni alle misure di contrasto dell'inquinamento atmosferico, quest'ultima misura è stata adottata sulla base dei criteri indicati nel provvedimento provinciale di cui sopra.

Ordinanza n. 142 del 02.11.2016
Ordinanza n. 166 del 29.12.2016
Per ulteriori informazioni si invita la cittadinanza a consultare il sito ARPAV