Contenuto principale

Domeniche Ecologiche

For.Este – Sostenibile – Vivere le Piazze e il castello

Nell'anno 2009 l'Amministrazione di Este, con il percorso di sostenibilità denominato "For.Este forum per Este sostenibile", avvia il progetto che prevede attività pubbliche di sensibilizzazione al risparmio e a nuovi stili di vita nel centro cittadino, estendendo per l'occasione l'area pedonale.

Nel corso degli anni il percorso si arricchisce cambiando denominazione per includere le diverse iniziative che si aggiungono, passa così da "Este sostenibile" a "Este città aperta a nuovi stili ", fino a "Vivere le piazze e il Castello", facendo diventare gli spazi pubblici verdi che caratterizzano la città il fulcro delle attività rivolte alla tutela e salvaguardia ambientale ed urbana.
L'ultimo traguardo raggiunto propone "Este città verso lo spreco zero", in linea con gli impegni presi in seguito alla sottoscrizione del Patto dei Sindaci da parte del Sindaco e la conseguente redazione ed applicazione del P.A.E.S..

Fra le azioni portate avanti, un'attenzione sempre maggiore riscuotono le domeniche ecologiche a piedi nel centro storico chiuso al traffico per l'occasione. Gli appuntamenti diventano ogni mese di più un luogo di scambio di buone pratiche, di prodotti a km zero, di iniziative virtuose che propongono la strada verso la riduzione degli sprechi. Gli obiettivi delle otto domeniche ecologiche annuali sono la sensibilizzazione delle persone ad utilizzare una mobilità alternativa per gli spostamenti cittadini, l'attenzione ad un consumo critico e agli acquisti più "leggeri" per l'ambiente.

La domenica ecologica è volta a rivalutare il cuore della città e costituire inoltre un'occasione d'incontro, per discutere e confrontarsi sui diversi tipi di vita da adottare. Alla manifestazione partecipano un centinaio di espositori con prodotti sia biologici che a km zero, sia alimentari che di artigianato, proponendo anche un riconsiderazione delle attività artigianali, quali calzolai, riparatori di apparecchi elettrici, vendita abiti usati rivalutati, impagliatura sedie, coltivatori, hobbisti, artisti, associazioni, produzioni tipiche.

Si associano attività utili a diffondere la conoscenza delle ricchezze del patrimonio storico artistico, archeologico del territorio, sensibilizzando al risparmio e al consumo critico delle risorse attraverso le microeconomie e le reti di distribuzione locale.


L'idea educativa è rivolta a tutti in direzione di "nuovi stili di vita" con il proposito di : "prima di buttare cercare di riparare!"

Ogni espositore per partecipare deve aderire alle LINEE GUIDA "Decalogo dell'espositore sostenibile", impegnandosi a:

  • inserire in esposizione ed attività elementi che riprendano antiche tradizioni locali e promuovere forme innovative di attività sostenibile;
  • proporre sistemi volontari sulla certificazione di qualità, a testimonianza di un'attenzione alla sostenibilità della filiera produttiva;
  • ridurre gli imballaggi delle merci, anche attraverso il loro riutilizzo;
  • offrire prodotti locali o di filiera corta, biologici o a prevalente produzione artigianale trattati con prodotti naturali;
  • utilizzare di buste e/o contenitori riciclabili;
  • fornire prodotti realizzati con materie prime naturali e sostenibili, o comunque favorire il riciclo ed il riuso anche delle fonti energetiche;
  • proporre prodotti durevoli ed equi nel rapporto qualità/prezzo;
  • impegnarsi a pubblicizzare la sostenibilità dell'iniziativa, consegnan-do ad ogni acquirente il decalogo sostenibile;
  • insegnare il motto "riparare piuttosto che buttare".

domeniche-eco-grande

 


Le domeniche ecologiche alla data del luglio 2014 hanno visto l'assegnazione di alcune menzioni speciali:

  • il Premio "Talento Italiano 2014: ALL STARS!" per aver dimostrato come gli enti pubblici possono essere protagonisti dell'innovazione nel turismo sostenibile. Este è quindi inclusa negli enti che promuovono il turismo slow e "l'Italia migliore";
  • il Premio "Per l'Economia Sostenibile", un riconoscimento, in occasione della cerimonia di premiazione della IV° Edizione del "Premio per l'economia sostenibile", tenutasi a Treviso in Ottobre 2013, per aver intrapreso un percorso di sostenibilità, denominato "For.Este Sostenibile - Verso lo Spreco Zero...", con le scuole, forum civici, attività di sensibilizzazione, domeniche ecologiche, ecc., volti al risparmio e a nuovi stili di vita.

Il "Premio talento italiano 2014" con una menzione speciale per Este, racconta di viaggi nell'Italia migliore, un portale per le imprese turistiche che si vogliono promuovere online e che, pur essendo bellissime, si trovano in luoghi ancora poco conosciuti.

Talenti Italiani nasce dall'esperienza di SL&A (www.slea.it), società leader nella consulenza turistica in Italia, aderisce ad AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile) per la centralità riconosciuta alle comunità locali ospitanti. Sono partner, Federparchi, Legambiente e WWF per le proposte legate alla natura, Coldiretti per quelle a KM0, le Pro Loco nelle proposte nei borghi più animati.
Sul sito (www.talentiitaliani.it ), nella sezione dedicata al Premio, trovate il comunicato stampa che ufficializza la premiazione e troverete inoltre una sezione dov'è possibile votare, con un semplice click, il nostro progetto.

talenti italiani premio treviso

 

Uffici di Riferimento