Contenuto principale

AGENDA 21 ForEste

"For.Este - Sostenibile"

logo agenda 21

Con deliberazione di Consiglio Comunale n. 90 del 13.12.2007 l'Amministrazione Comunale ha aderito ai 10 "Aalborg Commitmens", per il coordinamento con Agenda 21 Locale delle città europee e per l'avvio dell'Agenda 21 Locale.

 

 

Gli "Aalborg Commitments" focalizzano l'attenzione su 10 tematiche principali:

  • Governance
  • Gestione urbana per la sostenibilità
  • Risorse naturali comuni
  • Consumo responsabile e stili di vita
  • Pianificazione e progettazione urbana
  • Migliore mobilità, meno traffico
  • Azione locale per la salute
  • Economia locale sostenibile
  • Equità e giustizia sociale
  • Da locale a globale.

 

Tale processo rappresenta un modello innovativo di democrazia partecipata e di concertazione che applica concretamente i principi che stanno alla base della governance del territorio con l'obiettivo di costruire condivisione e avviare così un percorso per individuare le strategie a favore della sostenibilità nella nostra città.

Dando seguito agli impegni presi con la sottoscrizione degli "Aalborg Commitments" l'Amministrazione ha promosso nel proprio territorio comunale un processo di sostenibilità che rispecchia quanto suggerito dalla metodologia di Agenda 21 e che prevede il coinvolgimento, nelle scelte strategiche per lo sviluppo futuro, di tutti i soggetti locali nelle loro diverse rappresentanze.


Lo scopo del processo partecipativo vuole essere quello di migliorare la qualità ambientale del territorio sensibilizzando i cittadini ad un comportamento eco-sostenibile, adottando possibili azioni migliorative; sono state partecipi le associazioni locali, le scuole e i "portatori" interessati a suggerire un modello condiviso per lo sviluppo duraturo e sostenibile del territorio.

 

Gli obiettivi del percorso partecipativo sono:

  • incentivare l'informazione, la partecipazione e la responsabilizzazione della popolazione residente sui temi dello sviluppo sostenibile e ambientali;
  • rendere partecipi le associazioni locali, le scuole e tutti i portatori di interessi nel processo di Agenda 21, favorirne la collaborazione, il coordinamento e la progettualità per rendere tutti protagonisti nel coinvolgimento della comunità;
  • rafforzare il ruolo dell'Amministrazione quale coordinatore di strategie di politica locale e territoriale sostenibile, concertate e condivise dalla comunità;
  • favorire l'istituzione di Forum civici e laboratori a tema attraverso il coinvolgimento di tutti i portatori d'interesse, che individuino i fattori di pressione locali e suggeriscano un modello condiviso per lo sviluppo duraturo e sostenibile del territorio.
  • migliorare la conoscenza puntuale degli aspetti ambientali, delle criticità e delle vocazioni dell'intero territorio attraverso il documento di analisi "Rapporto sullo Stato dell'Ambiente" 
  • definire un Piano di Azione locale elaborato su base concertata e condivisa dalla comunità.

Rapporto Sullo Stato dell'Ambiente

Crediti (pdf 1,35 Mb)
Parte I (pdf 33,59 Mb)
Parte II (pdf 47,65 Mb)
Parte III (pdf 61,80 Mb)
Parte IV (pdf 39,05 Mb)
Parte V (pdf 34,18 Mb)

Errata corrige

PARTE III_cap 7. 8 ERRATA CORRIGE
PARTE V_Cap 19.5. ERRATA CORRIGE

 

Nel corso degli anni il percorso si arricchisce cambiando denominazione per includere le diverse iniziative che si aggiungono, passa così da "Este sostenibile" a "Este città aperta a nuovi stili", fino a "Vivere le piazze e il Castello", facendo diventare gli spazi pubblici verdi che caratterizzano la città il fulcro delle attività rivolte alla tutela e salvaguardia ambientale ed urbana. L'ultimo traguardo raggiunto propone "For.Este++ città verso lo spreco zero", in linea con gli impegni presi in seguito alla sottoscrizione nel 2011 del "Patto dei Sindaci" (Covenant of Mayors) per la riduzione dei gas serra, secondo le direttive della Comunità Europea per l'energia sostenibile, e per applicare pratiche ed azioni di risparmio agli ambiti di vita cittadina.

Molte le azioni, gli appuntamenti, i progetti portati avanti e realizzati come scambio di buone pratiche e di iniziative virtuose che propongono la strada verso la riduzione degli sprechi.
Questo percorso virtuoso dimostra l'alto valore di cambiamento sociale determinato dal coinvolgimento diretto della cittadinanza nella gestione del bene pubblico, maturato in seguito alla consapevolezza che gli interventi proposti non hanno carattere provvisorio ed estemporaneo ma sono sostenuti con costanza ed impegno all'Amministrazione.

Il cammino intrapreso insegna che bisogna supportare uno sviluppo che abbracci sempre più il "pensiero sostenibile" come scelta culturale e di vita del cittadino di questo mondo, una scelta di intelligenza che allontani i comportamenti sconsiderati e sostenga l'atteggiamento responsabile, attento al rispetto delle regole, degli altri, dell'intorno.

Stimolare la propria intelligenza come risorsa primaria ed imprescindibile, strada per un cammino di solidarietà, rispetto e attenzione della risorsa "terra" che abbiamo in uso, compresa di uomini, paesaggi, ambienti. Una strada che deve ridurre il più possibile gli sprechi.
Promuovere apprendimenti e cambiamenti individuali e collettivi negli stili di vita e nelle scelte di consumo e di risparmio, nel tentativo di aumentare la consapevolezza dei cittadini stessi rispetto alle risorse della propria famiglia e della comunità.

Ogni azione messa in atto dall'Amministrazione attraverso il  PAES e For.Este++ è tesa a proteggere il valore insostituibile del paesaggio che caratterizza la città, valore sia economico che antropologico, essendo carico di storia, di valore naturalistico, archeologico, paesaggistico e quindi nucleo identificativo dei cittadini che lo abitano.

for este

Uffici di Riferimento