Contenuto principale

PRIMO PIANO

Doposcuola al via dal 6 Novembre

Partirà lunedì 6 novembre il servizio facoltativo di doposcuola presso le Scuole Primarie Giovanni Pascoli, Sartori Borotto e Unità d'Italia.Il 26...

SEGNO e COLORE - Mostra personale del pittore Lino Dinetto

28 ottobre\19 novembre 2017 - Palazzo Municipale di Este, Sala della Magnifica Comunità e Pescheria Vecchia Inaugurazione: sabato 28 ottobre, ore...

ESTE DA BRIVIDI 2017

Da sabato 28 a martedì 31 ottobre, torna Este da Brividi, la kermesse dedicata ai più piccoli, alle famiglie e a chi ancora vuole sentirsi bambino...

FATTI LEGGERE! Maratona di lettura 2017 in Biblioteca Civica

  Da venerdì 13 a domenica 15 ottobre 2017, Biblioteca Civica di Este in collaborazione con l'Associazione Villa Dolfin Boldù DI CHE COSA SI ...

Agriwater - Azienda pilota e dimostrativa Veneto Agricoltura

Nell'ambito del progetto Agriwater per la gestione sostenibile della risorsa idrica, viene organizzata una visita studio presso l'Azienda dimostra...

SOLIDARIETÀ ALLE POPOLAZIONI COLPITE DAL SISMA NEL CENTRO ITALIA

I fondi raccolti destinati al futuro Museo della Memoria del Terremoto di Amatrice, luogo di incontro, condivisione e di ricordo

 All’indomani del sisma nel Centro Italia dello scorso agosto, l’Amministrazione Comunale si è mobilitata per aiutare le popolazioni terremotate aprendo un conto corrente per raccogliere fondi pro terremotati. I cittadini e le imprese di Este hanno risposto molto positivamente, dimostrando concretamente la propria solidarietà ai nostri connazionali, sia versando il proprio contributo nel conto, sia partecipando all'evento benefico che si è tenuto il 30 ottobre scorso nella Chiesa di San Martino. Il conto è stato chiuso con un saldo di 14.861 euro.

Nella seduta del 28 febbraio 2017, la Giunta Comunale, sentiti i Consiglieri Comunali, ha deliberato di destinare i fondi raccolti alla ricostruzione dell'ex Cinema Garibaldi di Amatrice, che diventerà la sede del Museo della Memoria del Terremoto.

Così come molti altri luoghi del Centro Italia, Amatrice è distrutta: case, scuole, abitazioni, chiese. La maggioranza degli abitanti vive negli alberghi sulla costa e sente la necessità di ritornare al proprio paese. La ricostruzione sarà lunga e lenta per la burocrazia, e luoghi come l'ex cinema, adibito a Museo della memoria, serve per avere un luogo dove incontrarsi e condividere i propri lutti. Sono state raccolte offerte da tutto il mondo, specialmente Giappone e Italia, destinate a coprire tante altre opere necessarie e primarie. La popolazione ha anche bisogno di un luogo dove commemorare insieme il ricordo dei propri cari. La prima cosa che si nota, arrivando ad Amatrice, è una grande pietra che funge da monumento alle persone scomparse, vicino ai giochi dei bambini. Il passato e il futuro. Amatrice ha richiesto la solidarietà di Este per “adottare” la ricostruzione dell'ex cinema che diviene luogo di incontro e di ricordo.